In democrazia sono i cittadini che dettano le leggi: ci battiamo per una cultura libera, la revisione dei brevetti e la difesa della privacy

Richard M. Stallman/Puglia. Roma 19 dicembre 2010

Stallman a RomaDomenica 19 dicembre Richard Stallman, fondatore del movimento per il Software Libero, terrà un incontro dal tema "Software Libero: implicazioni etiche e sociali". L'appuntamento è alle ore 17 al CSOA La Strada in Via Passino 24, Roma. Il Dott. Stallman illustrerà la storia del Software Libero dalla sua nascita a oggi, con particolare riferimento alle implicazioni etiche, politiche e sociali di questo tipo di programmi informatici e all'importanza del suo utilizzo in ambito educativo e della Pubblica Amministrazione. L'evento, organizzato da

La coalizione internazionale dei Partiti Pirata supporta Wikileaks


La coalizione internazionale dei Partiti Pirata (di cui fa parte anche il Partito Pirata Italiano) ha deciso di creare un mirror di Wikileaks per garantire che la sua voce non venga spenta:

“Last Sunday we have conducted the first meeting of Pirate Parties on the subject "Mirroring of Whistle-blower Pages", e.g. Wikileaks. It has been decided to actively mirror wikileaks in the first step. The actually mirroring started on Sunday as a decentralized network structure (cluster).

More technically details could be given to you if you are interested to join this pirate initiative.

Mediaset e Youtube, quando si gioca con la proprietà

youtube a fuocoRicordo quando ero un bambino. Poco più di sei anni, disoccupato, disteso sul tappeto di casa, cercavo un impegno tra i giochi sparsi sul pavimento. In quei frangenti, mia sorella non non mi faceva usare i suoi giocattoli. Anche quelli che non usava più. Era il concetto di proprietà che mia madre, pur con le sue aspirazioni comuniste ("Non voglio sentirvi dire "Questo è mio, questo è tuo"!") non riuscì mai ad inculcarci. Una sindrome di Pascal (diceva il filoso francese: "Questo è mio, questo è tuo: ecco l'inizio dell'usurpazione del mondo") che colpisce già dalla tenera età ogni uomo. E poi prosegue per il resto della vita. Anche su internet.

Wikileaks

La rete internazionale dei Partiti Pirata rilasciano la seguente dichiarazione:
 
Noi, Pirate Party International, diamo pieno supporto a Wikileaks e le persone che lo gestiscono, ora che il sito e` in grave pericolo. Noi crediamo che ogni tentativo di oscurare il sito sia un attacco diretto ai valori democratici fondamentali. Qualcosa che non possiamo accettare. Solo le dittature arriverebbero a tanto, tali comportamenti non appartengono al mondo democratico.
 
In questa dichiarazione condanniamo anche ogni minaccia di morte, diretta ed indiretta, formulata da rappresentanti del governo e politici. Chiediamo anche a tutti i rappresentanti dei governi di prendere parte attiva nel prevenire ogni abuso verso i gestori di Wikileaks. -fine dichiarazione-
 
Fughe di notizie da istituzioni private e pubbliche aiutano i media ed i cittadini a verificare i comportamenti di chi riveste una posizione di rilievo nella societa`.

TRA L’INCUDINE E IL MARTELLO

di Angelo Greco

La quadrature du Net e la condanna di The Pirate Bay

La Quadrature du Net - Per diffusione immediata

Permanent link: http://www.laquadrature.net/en/the-pirate-bay-decision-or-the-political-persecution-of-sharing


La decisione Pirate Bay, o persecuzione politica della condivisione



*** Internet, 27 novembre 2010 - La decisione di condannare i co-fondatori di The Pirate Bay in galera è assurdo e ingiusto. Si evidenzia come la legge sul copyright sia obsoleta e la sua applicazione indiscrimate sia dannosa per la società nel suo complesso. Una tale incomprensione della realtà tecnologica, economica e sociale non deve mascherare il fatto che questa decisione è soprattutto politica. ***

Risponde il presidente Nichi Vendola

Volentieri provo a rispondere alla vostra lettera aperta. Non solo perché con molti di voi c’è un legame politico ed umano, non solo perché ci legano molte battaglie fatte insieme ma anche perché credo che i temi che voi sollevate vadano presi sul serio. Vadano approfonditi. E tramite voi, tramite l’associazione del Partito pirata, vorrei anche rivolgermi ai tanti che in queste ore hanno scritto nelle mailing list sulla vicenda del Protocollo d’Intesa, firmato dalla Regione Puglia e da Microsoft Italia. Per fare solo un esempio, penso alle importanti parole che Flavia Marzano ha scritto sul suo blog (http://daily.wired.it/blog/codice_aperto/). Parole solo apparentemente polemiche. In realtà molto affettuose.

Analisi dell'accordo Regione Puglia/Microsoft

Pubblicato il testo del discusso accordo tra la Regione Puglia e Microsoft. Lo trovate qui:

http://www.regione.puglia.it/index.php?page=delibere&id=2075&fs_id=2557&opz=downfile

Il Partito Pirata lo vede come “il piede nella porta” che permette a Microsoft di introdursi ancora una volta nel mondo della Pubblica Amministrazione, della scuola e della società. Qui di seguito trovate la nostra analisi del testo.

Il mestiere del DigitPA e dell'Università

All'Articolo 1, comma 1, punto A, l'accordo recita:


Fatal error: Unknown: Cannot find save handler mm in Unknown on line 0