blog di f00l

Il Tempo e Wikipedia

Un articolo pubblicato in data odierna del quotidiano "Il Tempo" online plaude al famigerato "comma 29" dell'altrettanto famigerato DDL intercettazioni (o anti intercettazioni). Secondo tale articolo, infatti, "La nuova legge sulle intercettazioni potrebbe avere un merito inaspettato: far scomparire Wikipedia". Questo risultato, apparentemente, sarebbe meritevole in quanto, "c'è la Treccani".

Forse l'autore ignora che un articolo della prestigiosa rivista Nature sostiene l'affidabilità di Wikipedia rispetto all'Enciclopedia Britannica, che non sembra essere meno "rispettabile" della Treccani. Mentre Nature pubblica, nella stessa pagina dell'articolo, un documento che descrive il metodo in cui i dati sono stati raccolti e sottoposti alla peer review, non sembra che l'autore dell'articolo abbia avuto una tale cura nel documentare il proprio scritto, da cui si evince che non possa che essere catalogato come mera opinione dell'autore, non supportata da alcun fatto.

Ben vengano le opinioni libere e controcorrente sulle testate, registrate e non, ma sarebbe certo più interessante se fossero documentate e non dei semplici "rant" analoghi e dello stesso spessore culturale di quelli che si possono trovare sul blog di qualsiasi adolescente.

 

Marco Confalonieri

Conferenza internazionale dei Pirati: la Germania nega il visto ai delegati marocchini

Durante la seconda conferenza dell'Internazionale dei Partiti Pirata (PPI), tenutasi a Friedrichshafen, in Germania, una delegazione del Partito Pirata del Marocco avrebbe dovuto presenziare per discutere dell'ammissione al PPI.

Nonostante l'invito formale da parte del Piratenpartei tedesco e la conformità a tutte le condizioni richieste per il rilascio del visto Schengen, come la prenotazione dell'albergo, il biglietto aereo di ritorno e il possesso di fondi sufficienti, ai membri della delegazione è stato rifiutato il visto d'ingresso in Germania dalle autorità tedesche per il rischio di "immigrazione clandestina".

Deve essere sottolineato il fatto che i membri delle sezioni giovanili di altri partiti più convenzionali ricevono il loro visto, senza alcun caso conosciuto di rifiuto per permettere loro di partecipare a eventi internazionali organizzati dall'Internazionale Socialista, il Partito Popolare Europeo o Liberal International. In aggiunta, i membri del Partito Pirata Marocchino sono seri studenti universitari con voti elevati a dimostrazione di questo e affermare che presentano un rischio di immigrazione clandestina è un'assurdità patetica.

Il Partito Pirata protesta contro questa azione xenofoba e deplora la pericolosa discesa dell'Europa intera in un clima di razzismo e paranoia. Il nostro paese, con un partito come la Lega Nord al governo, non è nelle condizioni di dare lezioni agli altri, ma è nostra ferma intenzione protestare con veemenza per fermare questa deriva xenofoba che ricorda tempi non troppo lontani.


Fatal error: Unknown: Cannot find save handler mm in Unknown on line 0